Venerdì, 03 Giugno 2016 11:26

Melport Ostuni

Melport Ostuni - Interior Design - Arredamenti . Porte e Finestre - Cucine - Stanze - su misura

 
Via Dell’Artigianato, 8-10 - Zona Industriale - Ostuni Brindisi 72017 - Italia
Tel./Fax  + 39 0831 304640 - cell +39 336 555529

ll designer Giacomo Melpignano sin da piccolo coltiva la sua passione per la progettazione e la costruzione del mobile seguendo le orme del padre. Nel 1985 diventa socio attivo nell'azienda ed inizia così a spostare l'attenzione della ditta verso quello in cui ha maggiore ispirazione, progettare ed arredare abitazioni di prestigio. Il brand diventerà così Melport Arredamenti. La sua passione per la ricerca e lo studio dei materiali ed il loro utilizzo lo porteranno a modificare radicalmente tutta la struttura aziendale, arricchendola, tra le altre cose, di un proprio studio di progettazione che si dedicherà esclusivamente della produzione interna.
Nel 1993, acquisisce la totale dirigenza dell’azienda e inizia a progettare la sua prima collezione di mobili, darà vita anche ai primi prototipi, di cui seguirà direttamente anche la fase di produzione. E’ con il brand MOBILARTE che saranno poi fatti conoscere al pubblico, creando un catalogo ed il primo show room: sono questi mobili in stile, dal gusto tradizionale che si inseriscono in un contesto fatto di abitazioni storiche e di grande prestigio che esigono pezzi unici per caratterizzare gli ambienti con eleganza, per questo sono mobili di altissima qualità tanto nei materiali quanto nella lavorazione, seguita e diretta in prima persona forte della conoscenze tecniche costruttive acquisite in questi anni.
Nel 1998 sempre più ispirato e stimolato dalla progettazione di interni, dedicherà la sua attenzione alla realizzazione di arredamenti “su misura”, dedicandosi in particolar modo alla progettazione di contract per hotel, negozi e attività commerciali, nasce così un nuovo brand GiacomomelpignanOarredo contract design. Questo progetto lo impegnerà e lo arricchirà professionalmente con grosse soddisfazioni, grazie alla continua ricerca ed, avendo progettato ed arredato tanti ambienti molti dei quali di design moderno, questo percorso lo porterà nel 2002 a pensare di disegnare e progettare una nuova collezione, che lo caratterizzerà nel suo stile, dalle linee essenziali ispirate alla filosofia orientale, con forme moderne che ricalcando il gusto del momento, seppur con l’inserimento di particolari molto personali: questa sarà una collezione di grande successo che lo porterà a dedicarsi unicamente alla sua azienda negli anni successivi.
Nel 2008, la passione per i materiali e per la progettazione, lo portano ad evolvere la sua attività principale in Progettista, nasce così il primo studio di progettazione esterno alla propria azienda. In questo modo, trova la miglior coniugazione della propria esperienza in ambito di tecniche costruttive con il gusto nel design, e si dedica sia alla divisione Contract sia alla divisione Industrial, diventando uno dei nomi leader nel proprio territorio e puntando ad esserlo anche in ambito nazionale. Gli verranno affidati incarichi che lo portano a progettare ed arredare case di prestigio a Bari, Roma, Modena, Monza, Alessandria, Rimini, Ancona, Padova......
Con questi presupposti e con un bagaglio di progetti cospicuo, cerca i partners ed i collaboratori in tutta Italia con cui instaurare un rapporto di scambio di idee e di conoscenza culturale nell’ambito della progettazione e del design di interni. A Modena, città che ama in particolar modo e in cui ha ricevuto i maggiori riconoscimenti professionali, inizia la sua collaborazione con KUBO group, un gruppo di professionisti e di aziende che opera in ambito progettuale su opere di architettura, ingegneria ed arredamento di interni anche a livello internazionale.
Nel 2012 riceve l’incarico da parte di un famoso brand Italiano TAVAT di progettare e realizzare il primo loro punto vendita a Shanghai, in Cina. Affronterà con molto entusiasmo questo nuovo incarico all’estero e dopo averlo portato a termine con successo, a gennaio 2013 visita per la prima volta la città di Shanghai e partecipa all’ inaugurazione del negozio da lui progettato e realizzato.

Questo nuovo progetto ha riscosso a livello locale il consenso tra i professionisti e gli addetti ai lavori con cui ha collaborato, così come tra le autorità presenti all’evento di inaugurazione del negozio, tra cui il Console Aggiunto Italiano a Shanghai Dott.ssa Eugenia Palagi e la Responsabile dell’ ICE Istituto per il Commercio Estero Dott.ssa Elisabetta Merlino, alcuni colleghi italiani a Shanghai ed altri del posto presenti all’evento hanno incrementato in lui la già esistente volontà di espandere ulteriormente il proprio operato anche all’ Estero, ed in particolar modo in Cina, paese di cui è rimasto particolarmente affascinato dalla cultura e dalle dinamiche di efficienza e capacità imprenditoriale.
Attiva così l’organizzazione di un nuovo progetto teso a proporre e far conoscere all’estero il suo pensiero e la sua esperienza nella progettazione e nelle tecniche di costruzione di mobili ed arredi in legno.
Da qui, con il nuovo marchio NovaItaly, a giugno 2013 intraprende un ulteriore viaggio a Shanghai in cui, grazie alle conoscenze acquisite nel precedente, con l’aiuto dell’istituto ICE nella persona della dott.ssa Merlino, incontra altri professionisti ed imprenditori locali con cui intraprende e stipula accordi di collaborazione come designer ed esperto in tecniche di produzione, anche industriali, di mobili ed arredamenti dallo stile italiano. Tali collaborazioni sono ritenute da lui così impegnative, importanti e degne di essere seguite con molta attenzione come da sua filosofia di impegno e di dedizione ad ogni progetto affidatogli, da portarlo alla decisione voler aprire uno studio proprio a Shanghai, per riuscire a seguire al meglio tutti i suoi impegni sul posto.
La voglia di fare, l’ambizione e le competenze acquisite negli anni del proprio lavoro, nonché il desiderio di portare nel mondo un originale marchio made in Italy, fanno sì che i suoi progetti di continua ricerca non si fermino solo alla Cina, ma si estendano anche in altri Paesi come gli Emirati Arabi, l’India, la Russia, il Brasile ed anche Argentina.